Il lago Huron, è uno dei cinque Grandi Laghi dell’America settentrionale, assieme all’Ontario, all’Erie, al Superiore e al Michigan.

Si trova al confine tra Stati Uniti e Canada e in particolare, tocca il lago Ontario a nord, est e sud e il lago Michigan a ovest.

Il lago ha una superficie di 59.600 km², di cui una buona parte appartenenti al Canada e raggiunge una lunghezza massima di circa 332 km.

Il nome “Huron” deriva da quello della tribù indiana degli Uroni, i cui pochi rimasti sono oggi stanziati nella zona del Québec.

Il lago ha due grandi insenature, la Georgian Bay in territorio canadese e Saginaw Bay che appartiene allo Stato del Michigan.

Fra i suoi immissari ci sono il fiume Saint Marys (che convoglia le acque del Lago Superiore) e lo stretto di Mackinac, che lo mettono in comunicazione con il lago Michigan.

Le sue acque defluiscono poi verso il Lago Erie attraverso il fiume Saint Clair, il lago Saint Clair e il fiume Detroit.

All’interno dello Huron si trovano inoltre, l’isola lacustre più grande del mondo, chiamata Manitoulin, che appartiene alla provincia canadese dell’Ontario e anche moltissime altre isole minori.

I primi europei a giungere al lago Huron furono i francesi Etienne Brûlé intorno al 1612 e Samuel de Champlain nel 1615.

In seguito nel 1638, i missionari gesuiti francesi fondarono il primo insediamento, sulla Georgian Bay, dal nome Sainte-Marie-dans-les-Hurons.

Il lago ospita un’intensa attività commerciale, infatti vi si naviga soprattutto con imbarcazioni dette lakers, strette e oblunghe, che trasportano ferro dalla zona del Lago Superiore verso l’Erie.

La navigazione però si interrompe da dicembre ad aprile, a causa del ghiaccio, che la rende impossibile.

Come tutti i Grandi Laghi, l’ecologia del Lago Huron ha subito drastici cambiamenti nel secolo scorso.

Il lago originariamente ospitava una comunità di pesci autoctoni, dominata dalla trota di lago, ma a causa dell’introduzione di diverse specie aliene, tra cui la lampreda marina e della pesca eccessiva, la trota fu praticamente estirpata nel 1950.

Durante gli anni ’60 la trota di lago è stata nuovamente reintrodotta nel tentativo di riabilitare la specie, sebbene sia stata osservata una sua scarsa riproduzione naturale.

Negli ultimi anni, però la sopravvivenza delle specie native del lago ha continuato ad essere messa in pericolo, proprio dalla costante introduzione di nuove specie invasive.

Infine il lago è noto in quanto le sue acque nascondono più di mille relitti, tra cui presumibilmente la prima nave europea a navigare i Grandi Laghi, chiamata Le Griffon, di cui si persero le tracce, nel novembre del 1679, a seguito di una violenta tempesta.

In particolare sono due i relitti identificati come Le Griffon, anche se ad oggi non si ha certezza di quale sia quello autentico.

Se volete conoscere tutti i nostri tour nel Midwest degli Stati Uniti e nella regione dei Grandi Laghi cliccate qui!

 

 

 

Articoli che potrebbero piacerti

Conosciamo meglio il cucciolo Riley. Perché lavora in un museo?

Il gelo intenso ha congelato le cascate del Niagara. Leggetelo qui!

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su