Caraibi: Economia, politica e trasporti in Repubblica Dominicana

Economia

Principale fonte di economia è l’agricoltura e le colture prevalenti e di maggiore reddito sono quelle orientate alle esportazioni: canna da zucchero, diffusa in particolare nella pianura costiera meridionale e per la cui produzione viene sfruttata la mano d’opera quasi schiavizzata dei braccianti haitiani radunati nei villaggi chiamati batey; caffè, coltivato sui versanti della Sierra de Bahoruco e nella penisola di Samanà; cacao, tabacco, presenti in tutte le pianure interne. Tra le colture destinate all’alimentazione locale, prevalgono il riso, il mais e la manioca. Le foreste forniscono discrete quantità di legname pregiato e di prodotti coloranti, ma il loro sfruttamento intensivo ne ha determinato, nonostante le politiche di tutela degli ultimi governi, un certo impoverimento nel corso degli ultimi decenni. Inoltre viene prodotta una grande quantità di zucchero, estratto sia da canna sia da barbabietole.

In campo minerario è cessata l’estrazione della bauxite, mentre restano: il nichel, l’oro e l’argento. Il settore manifatturiero, condizionato da una cronica mancanza di energia elettrica, di capitali e di manodopera qualificata, rimane poco diversificato e sostanzialmente vincolato al comparto agro-alimentare, fatta eccezione per le zone franche, dove l’industria mostra una maggiore dinamicità.

Le importazioni provengono soprattutto da Stati Uniti, Venezuela, Messico e Giappone e riguardano macchinari, petrolio e suoi prodotti derivati. La maggior parte delle esportazioni sono dirette negli Stati Uniti. Il rhum dominicano è il più antico dei Caraibi e tra i più all’estero ci sono Brugal, Barcelo e Bermudez.

Il principale porto è quello della capitale Santo Domingo, attraverso il quale passa tutto il movimento commerciale con l’estero. Mentre il principale aeroporto internazionale è il Las Américas. Altri aeroporti di pari importanza si trovano a Puerto Plata, la Romana e Punta Cana al servizio del crescente movimento turistico. Infatti il turismo è molto concentrato in queste zone di mare e costituiscono fonte importante dell’economia.

 

Politica

La Repubblica Dominicana è una democrazia rappresentativa i cui poteri sono separati in legislativo, esecutivo e giudiziario. Il Presidente, eletto direttamente dal popolo ogni quattro anni, è anche il capo delle forze armate. Il presidente nomina anche il Consiglio di Gabinetto e rende esecutive le leggi approvate dal Congresso.

Il potere legislativo risiede nel Congresso Nazionale della Repubblica Dominicana, suddiviso in due camere: il Senato, composto da 32 membri (uno per ogni provincia), e la Camera dei Deputati, composta da 178 membri.

Nel 1996 viene eletto Leonel Fernández, candidato del PLD, che è il partito che Juan Bosch ha fondato quando si è reso conto che il PRD non corrispondeva ormai più ai suoi ideali. Realizza una politica neoliberista, vendendo le imprese elettriche e modernizzando il paese dal punto di vista tecnologico.

Nel 2000 le elezioni vengono però vinte da Hipólito Mejía Domínguez, del PRD. Viene eletto al primo turno con più del 50% dei voti, e incarna la speranza della gente di un governo che sia dalla loro parte.

Le elezioni dell’agosto 2004 vedono nuovamente sconfitto il governo in carica e torna alla presidenza Leonel Fernández.

Nelle elezioni amministrative del 2006 si registra una forte vittoria del PLD del presidente Leonel Fernández.

Alle elezioni presidenziali del 2008 il presidente uscente viene riconfermato con il 53% dei voti, mentre Miguel Vargas (PRD) ha raggiunto quota 40%. Il PRSC con Amable Aristy si è fermato a poco più del 4%.

Alle elezioni presidenziali del 2012 si riconferma il partito di governo, una forte vittoria del candidato del partito ufficiale Partito della Liberazione Dominicana nella persona di Danilo Medina contro l’oppositore del partito (PRD) Hipòlito Mejia.

In agosto 2012 Danilo Medina assunse la presidenza della Repubblica Dominicana.

Il 15 maggio 2016, per la prima volta dal 1994, tutte le autorità pubbliche sono state elette contemporaneamente e, per la prima volta nella storia dominicana, direttamente: Presidente, vice-presidente, congresso, senato.

Danilo Medina è stato riconfermato Presidente.

 

Trasporti e comunicazioni

Non ci sono collegamenti diretti con l’Italia. I voli che partono dall’Italia fanno scalo in Francia o in Spagna. Via mare ci sono crociere che portano sull’isola.

La compagnia aerea Air Santo Domingo gestisce il traffico dei voli interni per le maggiori città del Paese e le località turistiche.

Gli autobus, chiamati Guaguas, percorrono le strade principali dell’intero Paese e il comfort è uno dei migliori dell’America Latina.

Nelle città c’è un buon servizio di taxi; è consigliato fissare preventivamente il costo della tratta.

Ci sono poi veicoli molto caratteristici come i Carros publicos e i Motorconch.

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 7 giorni / 6 notti

da € 3300 - Voli esclusi

Durata: 7 giorni / 6 notti

da € 1810 - Voli esclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Honolulu La capitale delle Hawaii ruota intorno a due quartieri: quello storico e commerciale del centro di Honolulu e la famosa spiaggia di Waikiki, 5 km più a est. Il centro guadagnò importanza come porto commerciale all’inizio del XIX secolo ed oggi riesce a combinare insieme grandi grattacieli, un palazzo reale e templi giapponesi, case […]

Eventi e festività L’isola di Barbados è animata, vivace e dinamica. La maggior parte del divertimento notturno si trova nella sua capitale, Bridgetown, piena di localini alla moda, che stanno aperti sino alle prime luci del mattino, a suon di musica, divertimento e danze. A rendere ancora più viva e frenetica l’atmosfera ci pensano poi […]

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

Realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011