Storia delle Hawaii

Anche se molti fonti sostengono che le isole delle Hawaii sono state scoperte dai navigatori spagnoli, ma in via ufficiale è stato J. Cook nel 1778. L’arcipelago era governato da una monarca indigeno, Kamehameha il Grande, che nel 1795 occupò le isole di Maui e Molokhai. La conquista dell’isola di Ohau segna l’inizio del regno unito delle Hawaii.

Il porto di Honolulu, grazie alla sua posizione strategica, divenne un punto importante nei traffici commerciali fra il Nord America e l’Asia.
Nel 1809 Kamehahea trasferì la corte da Maui ad Honolulu, facendo screscere l’economia di Honolulu. Infatti molte li taverne e locali aprirono per accogliere gli ospiti che scendevano dalle navi.

Con l’arrivo di molti missionari cristiani, furono emanate leggi contro alcolismo e prostituzione, che crearono molti episodi di scontento pubblico.

Nel 1845 Kamehameha III fece diventare Honolulu la capitale ed emanò la prima legislazione garantendo anche la libertà religiosa e il diritto di voto ai cittadini maschi.

L’ ultimo re del regno, David Kalakaua, dal 1874-1891, fu un grande promotore della cultura hawaiiana, soprattutto della danza pagana della Hula, la danza repressa dai missionari e componendo l’attuale inno nazionale, Hawaii Ponoi.
Nel 1893 Liliuokalani, la sorella del re David Kalakaua, stava per emanare una costituzione più potente, ma un gruppo di bianchi statunitensi e britannici molto influenti nel commercio dello zucchero fece cadere la monarchia ed istituì un governo provvisorio guidato da Sanford Dole.

Da qui in avanti le Hawaii divennero un importante centro militare per gli USA, costruendo ad Oahu Schofield Barracks, la più grande base americana del mondo.

Con l’entrata nella seconda guerra mondiale degli Stati Uniti, attraverso un voto favorevole del 90% della popolazione le Hawaii iniziano a far parte degli USA come 50° stato, con Honolulu come capitale.

L’isola Oahu con il porto di Pearl Harbour venne devastata, annientata di sorpresa dagli aerei giapponesi il 7 dicembre 1941.

Articoli che potrebbero piacerti

Le Isole Vergini Americane sono un vero paradiso naturale. Il US Virgin Islands National Park è l’unico parco nazionale americano extra continente. Il parco racchiude: baie protette d’acqua chiara e cristallina, di tonalità cangianti tra il blu ed il verde e pulsanti di vita marina grazie alla barriera corallina; spiagge bianche ombreggiate dagli alberi di […]

Sud degli Stati Uniti

Cultura I primi insediamenti umani registrati nel sud degli Stati Uniti risalgono al 9500 a.C con l’apparizione documentata dei primi Americani, a cui oggi ci si riferisce con il nome di Paleo- indiani. I paleo-indiani erano cacciatori e raccoglitori di frutta, che si spostavano in branco e solitamente cacciavano nei boschi. Tra le numerosi fasi […]

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

Realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011