Economia e politica in Alaska

Economia

Un tempo, l’economia dell’Alaska si basava prevalentemente sulla pesca di salmoni, aringhe e merluzzi, ma oggi la fonte principale di ricchezza sono le risorse minerarie: petrolio (penisola di Kenai, sul golfo dell’Alaska, baia di Prudhoe, sulle coste artiche), oro, carbone, gas naturale, rame, argento e platino. Il petrolio estratto a Prudhoe viene trasportato attraverso un oleodotto lungo 1270 km fino a Valdez, dove si trova un porto libero dai ghiacci tutto l’anno.

L’agricoltura comprende la coltura di pochi alimenti, come patate, orzo e avena in quanto le condizioni climatiche non la rende possibile sulla maggior parte del territorio, tranne le valli dei fiumi Matanuska e Tanana, dove il suolo è libero dal gelo per 90-100 giorni l’anno. Allo stesso modo, i pascoli sono inutilizzabili per 8 mesi l’anno. L’allevamento riguarda renne, bovini, ovini, volatili e soprattutto animali da pelliccia.

Le foreste, forniscono ottimo legname destinato alla costruzione di mobili e all’edilizia, come abeti, cedri, betulle.

Le attività industriali si limitano alla lavorazione del pesce, del legname e alla raffinazione del petrolio.

 

Politica

Lo stato dell’Alaska è suddiviso in 18 borough, a differenza degli altri Stati suddivisi in contee.

A differenza dei borough, le contee coprono tutto il territorio di uno Stato, infatti in Alaska ci sono molti Unorganized Borough, cioè area non organizzata.

Nel 1970 lo United States Census Bureau, ha diviso l’Unorganized Borough in 11 Census Area, ognuna corrispondente a un distretto elettorale. Tali aree sono state create solo a scopi statistici e non hanno una propria amministrazione.

Alcune aree dell’Unorganized Borough ricevono alcuni servizi pubblici direttamente dall’amministrazione statale dell’Alaska, come le forze di polizia e l’istruzione.

Esistono inoltre cinque amministrazioni consolidate città-borough, come Juneau City and Borough, Borough di Haines, Sitka City and Borough, Yakutat City and Borough e Anchorage, l’ultima è ufficialmente una Municipalità, ma assimilata a un borough.

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 10 giorni / 9 notti

da € 2.100 - Voli esclusi

Durata: 11 giorni / 10 notti

da € 3.308 - Voli inclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Passaporto e visto È necessario e sufficiente un passaporto in corso di validità. I cittadini dell’UE non hanno bisogno di un visto per soggiorni di una durata di 30 giorni (rinnovabile una sola volta). Ogni viaggiatore dovrà pagare una tassa di 23 $US al momento della partenza.   Sicurezza Non ci sono pericoli particolari da […]

Economia e politica Le isole Cayman sono un territorio oltremare britannico e considerate un paradiso fiscale, infatti nelle isole vige l’esenzione dalle imposte, si dice concessa fin dai tempi di re Giorgio III del Regno Unito (fine Settecento). La Mutual Funds Law del 2003 costruisce nell’arcipelago un mercato deregolamentato per i fondi comuni di investimento. […]

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su