http://www.goamerica.it?p=8716
per informazioni: Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - [email protected]

Sulle orme di J.F.K.

Nel centenario della nascita del Presidente Kennedy, un itinerario che ripercorre i luoghi più significativi e le tappe più importanti della sua entusiasmante vita, sempre legata alla sua terra.

Itinerario Self-Drive

kennedy

 

1° giorno

Arrivo a Boston

Arrivo a Boston e trasferimento libero presso l’hotel Omni Parker House, il più antico degli USA (1855) e dove nel 1923, all’età di 6 anni, John Kennedy tenne il suo primo discorso. Sempre qui, nel 1946, JFK annunciò la propria candidatura al Congresso e nel 1953 fece la proposta di matrimonio a Jackie. L’albergo è infine famoso per essere il luogo di nascita del dolce Boston cream pie.

2° giorno

Boston

Giornata dedicata al “Kennedy tour” della città di Boston, che non potrà che iniziare dal luogo di nascita, all’83 di Beals Street a Brookline, alla periferia occidentale di Boston. JFK nacque qui il 29 maggio 1917 e la casa è attualmente un National Historic Site ed è gestito dal National Park Service (visitabile da maggio a ottobre, da mercoledi a domenica).

La famiglia si trasferì nel 1920 nella più ampia casa al 51 di Abbottsford Road (è una casa privata, non aperta al pubblico) e successivamente lasciò il quartiere per trasferirsi a Riverdale, nel Bronx, a New York.

Fatto ritorno in città, è da vedere la statua dedicata a JFK nel 1990 che si trova presso il Massachusetts State House, con la famosa cupola dorata e dove il neo eletto Presidente pronunciò nel 1961 il famoso discorso “City upon a hill”.

Al 21 di Beacon Street si trovava l’hotel Bellevue (attualmente è una casa privata), dove JFK si trasferì quando decise di candidarsi al Congresso.

Da vedere anche l’Irish Famine Memorial, monumento che ricorda i milioni di irlandesi fuggiti dalle loro terre negli anni ’40 del 1800 in seguito alla carestia.

Al 122 di Bowdoin Street si trova l’appartamento che fu utilizzato da JFK come quartier generale durante la sua campagna al Congresso.

Da vedere Faneuil Hall, dove JFK tenne il discorso finale della campagna elettorale il 7 novembre 1960.

Molto bello è anche il Rose Fitzgerald Kennedy Greenway, un parco urbano che comprende giardini, passeggiate, piazze, che attraversa vari quartieri di Boston, da Chinatown a North End.

Infine, per la serata, potrete recarvi alla Union Oyster House, il più antico ristorante d’America, aperto nel 1926, dove JFK trascorreva la domenica pomeriggio, al tavolo 18, gustando zuppe d’astice.

Pernottamento all’hotel Omni Parker House.

3° giorno

Boston/Cambridge

La giornata odierna vi condurrà alla scoperta dei luoghi kennediani di Cambridge; nel 1936, JFK seguendo le tradizioni familiari, entrò ad Harvard e nel 1940 si laureò con una tesi sulle tensioni in Europa; nel 1956 ottenne il dottorato in legge. Sono disponibili tours di Harvard guidati dagli studenti.

Da vedere anche il JFK Park di Cambridge, creato in memoria del Presidente vicino al Charles river, dove colonne di pietra riportano frasi scritte da JFK.

Recatevi poi nel quartiere di Dorchester, a Columbia Point, dove si trova la John Fitzgerald Kennedy Presidential Library & Museum, che comprende esposizioni multimediali ed una ricostruzione d’epoca della White House; rappresenta una ricca testimonianza dei 1000 giorni presidenziali.

A pochi passi si trova anche l’Edward M. Kennedy Institute for The United States Senate, dove si studia l’educazione civica e si approfondisce lo studio della storia e del ruolo del Senato.

Pernottamento all’hotel Omni Parker House.

4° giorno

Da Boston a Cape Cod (240 km)

Ritiro dell’auto noleggiata presso l’ufficio Alamo di downtown e partenza verso la penisola di Cape Cod.

A Hyannis visiterete il JFK Hyannis Museum, una mostra interattiva con aree tematiche, che evidenzia l’amore dei Kennedy per Cape Cod. Dal museo parte il Kennedy Legacy Trail, una passeggiata che raggiunge i luoghi più significativi di Hyannis.

Successivamente, proseguimento per il Cape Cod National Seashore, parco creato su iniziativa del Presidente, solo sette mesi dopo l’elezione.

Da ammirare anche i fari presenti sulla costa. Pernottamento a Chatham, all’hotel Chatham Bars Inn.

5° giorno

Da Cape Cod a Martha's Vineyard (100 km)

Di primo mattino vi recherete al porto di Woods Hole, da dove raggiungerete col ferry l’isola di Martha’s Vineyard, l’”isola dei Presidenti”, coi suoi sei fari, le lunghe spiagge di sabbia bianchissima e le casette che sembrano di marzapane, che si trovano a Oaks Bluff.

Da vedere, inoltre, Aquinnah e la più bella spiaggia dell’isola, il Gay Head Lighthouse e da non perdersi un giro lungo la Main Street di Edgardtown ed il porticciolo.

Pernottamento alla Kelley House di Edgartown.

6° - 7° giorno

Da Martha’s Vineyard a Boston (145 km)

Nella mattinata farete rientro sulla terraferma, sempre ricorrendo al traghetto per Woods Hole; proseguimento per Boston, dove rilascerete l’auto noleggiata in aeroporto, in tempo utile per la partenza del volo di rientro.

Quote per persona, a partire da:

PartenzaDoppia
Dal 1 marzo 2018 al 31 dicembre 2018€ 714

Note

HOTEL SELEZIONATI:

Boston: Omni Parker House

Chatham (Cape Cod): Chatham Bars Inn

Edgartown (Martha’s Vineyard): Kelley House


La quota comprende

  • Pernottamenti in camera doppia negli hotel menzionati o similari;
  • Noleggio auto per 3 giorni, categoria “compact”, con formula “gold” di Alamo, comprensiva di 1 pieno di benzina e guidatori addizionali; ritiro il 4° giorno a Boston downtown e riconsegna la sera del 6° giorno all’aeroporto di Boston;
  • L’assicurazione di viaggio “Rischio Zero”;
  • L’assicurazione per l’assistenza medica (sino a € 10.000), il rimpatrio sanitario e il danneggiamento al bagaglio (sino ad € 1.000), con possibilità di integrazione.

La quota non comprende

  • Biglietto aereo (volo intercontinentale)
  • La quota d’iscrizione pari a € 95
  • Assicurazione facoltativa annullamento o integrativa spese mediche
  • Pasti e bevande
  • Tutto quanto non espressamente menzionato alla dicitura “La quota comprende”
philadelphia

Pennsylvania Philadelphia Philadelphia è definita Città dell’Amore Fraterno in quanto nel 1776 i rappresentanti delle 13 colonie inglesi firmarono la Dichiarazione d’Indipendenza e la Costituzione è stata scritta in Independence Hall. La città divenne la prima capitale degli Stati Uniti. A Philadelphia si possono visitare: Indipendence National Historic Park: è un parco urbano di 18 […]

minitour negli Stati Uniti

Il Delaware è sede di diversi festival, fiere ed eventi: alcuni dei festival più famosi sono quello di Riverfest, che si svolge a Seaford, il World Championship Punkin Chunkin a Bridgeville, il Rehoboth Beach Jazz Festival, il Sea Witch Halloween Festival and Parade a Rehoboth Beach, il Rehoboth Beach Independent Film Festival, il Nanticoke Indian […]

mini tour America

Passaporto e visto A partire dal 12 gennaio 2009 coloro i quali intendono recarsi negli Stati Uniti usufruendo del Visa Waiver Program, che consente di viaggiare senza il visto, (VWP – Visa Waiver Program), dovranno richiedere un’autorizzazione al viaggio elettronica, (ESTA -Electronic System for Travel Authorization) prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, […]

Fiabe, miti e leggende Il Giorno della Marmotta deriva da antiche usanze cristiane e romane dove gli europei celebravano il 2 febbraio la Candelora, una festa per celebrare la presentazione al Tempio di Gesù 40 giorni dopo la sua nascita. Se il cielo era terso, significava un inverno prolungato. Infatti la cantilena recita così: “Per […]

viaggio on the road sulla East Coast

Sport Le squadre del Maryland che partecipano al Big Four, le quattro grandi leghe sportive professionistiche americane sono: Baltimore Ravens, NFL, Maryland Terrapins, NCAA, Baltimore Orioles, MLB.   Gastronomia Un piatto tipico del Pennsylvania è il “Scrapple”, ovvero il quinto quarto di maiale mescolato a farina di mais, messo in forma di terrina e fritto. […]

Letteratura John Simmons Barth, nato nel 1930 a Cambridge nel Maryland. E’ stato principale esponente della letteratura postmoderna dell’intera zona dell’East. È stato professore alla Pennsylvania State University dal 1953 al 1965. Barth esordisce come scrittore nel 1956 con “L’opera galleggiante”, a cui fa seguito Fine della strada del 1958. Nel 1960 pubblica “Il coltivatore […]

East Coast

Cultura Prima dell’arrivo degli europei, le terre dell’est erano abitate dalle tribù dei Delaware, dei Susquehanna, degli Irochesi, degli Eriez e degli Shawnee, poi vennero colonizzate da a William Penn che vi fondò una colonia per dare ai suoi correligionari. Fra il 1704 ed il 1710 le tre contee meridionali di New Castle, Kent e […]

Economia Il reddito pro capite dell’East è di 34.199 $, il 9° reddito più alto degli USA. Il settore dell’agricoltura è parte principale dell’economia della zona e i principali prodotti sono pollame, fagioli di soia, latticini e mais. Il settore dell’industria è molto sviluppato nella branca della chimica, farmaceutica e tecnologia. Inoltre il settore bancario […]

East Coast

La Costa Orientale degli Stati Uniti, indicata anche come Eastern Seabord o Atlantic Seabord, è la designazione con cui si indicano gli Stati della costa orientale degli Stati Uniti d’America. Generalmente comprende tutti gli Stati della costa orientale, ma nell’accezione corrente designa piuttosto la metà settentrionale della regione, compresi gli stati non costieri del Vermont, […]

La zona est degli Stati Uniti è indicata anche come Eastern Seabord o Atlantic Seabord. Prima che i coloni europei si insediassero in questa zona, l’area era abitata dagli Algonchini orientali, tribù conosciute come Lenape Unami, lungo la valle del Delaware, e del Pennsylvania, e lungo i fiumi che portavano alla Baia di Chesapeake. Nel […]


Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 9 giorni / 8 notti

da € 1.925 - Voli esclusi

Durata: 8 giorni / 7 notti

da € 1.545 - Voli esclusi

Durata: 8 giorni / 7 notti

da € 990 - Voli esclusi

Articoli che potrebbero piacerti

L’incanto meraviglioso della casa sulla cascata. Scoprila qui!

Conosciamo meglio il cucciolo Riley. Perché lavora in un museo?

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su